Attualità

HA RAGIONE IL PRESIDENTE DELLA REPPUBBLICA

NAPOLITANO

 

 

 

 

 

Il Presidente della Repubblica non può essere intercettato e pertanto quelle intercettazioni vanno distrutte perché “lesive delle prerogative che la Costituzione attribuisce al Capo dello Stato”.

Questa la decisione della Corte Costituzionale in accoglimento del ricorso per conflitto proposto nei confronti della Procura di Palermo.

Il nodo del conflitto fra il Quirinale e la magistratura è la mancata distruzione delle telefonate registrate intercettando le conversazioni dell’ex ministro Mancino, nell’ambito delle indagini dei giudici palermitani sulla trattativa Stato-mafia.

La decisione della consulta, c’era da aspettarselo, non è piaciuta ai giudici palermitani e soprattutto non è piaciuta all’ ex procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia, che ha definito “politica” la sentenza della Consulta.

Ma certi magistrati si sa non accettano che altri la pensino in modo diverso anche quando si tratta di una delle massime istituzioni della Repubblica, la cui autorevolezza e indipendenza non possono essere messe in discussione da nessuno, tantomeno da un magistrato.

mader

Annunci

4 pensieri riguardo “HA RAGIONE IL PRESIDENTE DELLA REPPUBBLICA”

  1. Il Presidente che si interessava alla vicenda processuale dell’indagato Nicola Mancino (ex senatore ed ex vice presidente del CSM), che attualmente si interessa alla vicenda del condannato Alessandro Sallusti (giornalista) e il cui ricorso il 4 dicembre è stato accolto dalla Corte costituzionale, è il medesimo che nel 2007, dinanzi alle menzogne di un amministratore pubblico e all’inerzia del ministero competente, volgeva lo sguardo da un’altra parte e incaricava un suo collaboratore a comunicare a un lavoratore che il giudice non è obbligato a rispettare le norme costituzionali e che, quindi, deve considerarsi legittima la manifesta violazione di legge da parte dell’organo giurisdizionale di ultima istanza?

    E la Corte costituzionale è quella che, dopo aver dichiarato (2006) la natura derivativa del diritto alla pensione di reversibilità, nel 2008 giudicava legittima la norma che decurtava la detta pensione sul presupposto della natura originaria di quel diritto?

    Dei poteri che l’oligarchia si è illegalmente attribuiti, al di fuori dei limiti costituzionali, è figlia l’illegittimità (illiceità) di centinaia di migliaia di provvedimenti che ogni anno i pubblici ufficiali emettono in danno dei sudditi. I quali, fregiandosi del grado di cittadino che gli è stato conferito dalla Costituzione, potranno chiedere, in forza delle norme e dei principi costituzionali, la condanna penale dell’uso illecito degli ordigni di cui si serve la classe dirigente per opprimere il popolo.

    Mi piace

  2. il fatto che l’intercettato non fosse lui ma mancino non conta?
    il fatto che il presidente della repubblica dovrebbe essere il più trasparente di tutti non conta?

    Mi piace

    1. certo che il presidente della repubblica deve essere il più trasparente di tutti, ma l’istituzione deve essere difesa quando si vuole creare per forza un problema di per se facilmente risovibile e senza tirare in ballo tecnicismi giuridici, non dico inesistenti, ma facilmente superabili senza tanta pubblicità.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...