DOVE SONO FINITI I TAGLI ALLA POLITICA

costi_della_politicaSiamo stati i primi in Italia ad eliminare da questa legislatura i vitalizi, i primi ad aver apportato tagli alle auto blu. Ed ora anche i primi ad aver ridotto di un terzo il numero dei Consiglieri regionali. Continueremo su questa strada
Questa la dichiarazione del presidente della regione Molise Angelo Miche Iorio qualche tempo fa.

Ma è proprio vero?

Basta leggere il bilancio 2013 per capire che le cose sono andate in altro modo.

Nel 2012 le spese per il funzionamento delle istituzioni (consiglieri, presidenza, gruppi, etc.) riportavano un costo di 13.779.530,43 euro pari a 459.317,68 euro per ciascuno dei 30 consiglieri regionali in carica. Per l’anno 2013 le stesse spese di funzionamento ammontano a 12.429.418,25.

I consiglieri nel frattempo sono stati ridotti a 20. Ciascuno di loro costerà ai contribuenti molisani ben 621.470,91 euro, ovvero 162.153,23 euro in più rispetto all’anno precedente.
Il funzionamento degli uffici del presidente richiedono una spesa di 2.360.431,32 euro e 1.046.771,92 euro per canoni e traffico telefonico (200 mila euro in più del 2012).

La comunicazione istituzionale, gli interventi per il pluralismo dell’informazione e per il sostegno dell’editoria della stampa quotidiana e periodica locale hanno bisogno di 1 milione e mezzo di euro.

I vitalizi agli ex consiglieri e ex assessori regionali scendono (di circa 400 mila euro) a 4.483.142,67 euro.

E 1.222.502,55 euro sono previsti per il servizio mensa. Chi sa cosa mangeranno?

7.570.000,00 euro andranno alle comunità montane in spese correnti per funzionamento organi e uffici. Ma non erano state sciolte?

Per gli inventivi ai dirigenti sono stati previsti ben 9.321.122,33 euro.

Per la segreteria di supporto alle attività al direttore generale della ASREM, Con la sanità ormai in coma, si spenderà la modica cifra di circa 100 milioni di euro.

Questi sono i tagli alla politica previsti ed approvati dalla maggioranza di centrodestra, mentre ai cittadini comuni si chiedono lacrime e sangue e si negano perfino i sevizi minimi.

mader

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • KALU  On 3 febbraio 2013 at 23:17

    Ottimo articolo prof! I veri giornalisti non esistono quasi più e dovrebbero fare informazione, anche sbugiardando i politici che ormai ci fanno credere di tutto, senza timore di essere smentiti dai giornalisti in attività! Specialmente in Molise: terra isolata anche da questo punto di vista! Grande prof. e grande anche il link di collegamento al bilancio….tanto per sottolineare la veridicità della fonte! Giornalista vero, più vero dei veri….. 🙂

    Mi piace

  • benedetta rossi  On 5 febbraio 2013 at 16:17

    SE MONTI NON DIVENTERA’ IL NUOVO PREMIER ITALIANO DARO’ LA COLPA ALLE DONNE ITALIANE!

    Mi chiamo Benedetta Rossi. Ho quasi trent’anni e ho deciso di dire quello che penso in questa campagna elettorale.

    HO PUBBLICATO UN VIDEO SU YOUTUBE. LO HANNO GIA’ VISTO MOLTE PERSONE E SPERO RIUSCIRA’ A FAR CAMBIARE LE COSE.

    Sono davvero stufa di sentire politici che parlano del mio Paese, dei miei soldi, del mio lavoro ma soprattutto del mio futuro, come fosse il giardino della loro villetta al mare.

    E credo che come me, molti altri sono davvero stufi. Soprattutto le donne, le figlie, le mamme, le amiche che hanno affidato i loro sogni ad un capitano che le ha deluse,offese, derise e le ha ridotte a essere solo delle cose, da mostrare quando è ora del divertimento, da dimenticare quando si parla di cose serie.

    Qualsiasi donna italiana ha sofferto di questo, ma siamo state zitte in attesa che i tempi cambiassero, che arrivasse il sole e ci ridasse la nostra dignità di lavoratrici, di mamme, di donne.

    Oggi apro questo blog http://www.donnexmonti.com
    per dire BASTA a tutto questo circo, per dire alle altre donne di fare qualsiasi cosa per impedire al nostro Paese di tornare a quel degrado.

    Dite la vostra, fatelo con un semplice video, non restate in silenzio. DONNE PARLATE!

    L’italia è bella, l’Italia è donna. l’Italia è nostra

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: