LA IDEM DIA L’ESEMPIO: SI DIMETTA

idem

Un proverbio dice: “La moglie di Cesare non deve essere sospettata. Ma prima di tutto è Cesare che non deve essere sospettato.”

Josefa Idem, si deve dimettere. Un ministro della Repubblica, non può avere l’italico vizio di risparmiare qualcosa sulle tasse, mentre si chiede a tutti di stringere la cinghia.

Specialmente se le scuse accampate somigliano a quelle del bambino che si è fatto beccare con le dita nella marmellata: “Brutalità e inaudita violenza, scagliate pietre contro di me contro di me. Ci sono state alcune irregolarità e ritardi. Non sono una cittadina infallibile, ma sono una persona onesta. Continuerò a impegnarmi per il bene del mio Paese. Ho aspettato a parlare perché intervengo su fatti concreti e non su chiacchiere. Le parole vanno usate con cognizione di causa e responsabilità. Mi hanno dato della ladra e della puttana”. “Hanno scritto “Sefi la furbetta dell’Imu”. “Sefi mi possono chiamare gli amici, non chi mi vuole denigrare. Io sono un’atleta e non ho imparato a fare la commercialista. Per questo ho delegato a persone competenti, ma l’indicazione era chiara: “Voglio che tutto sia fatto a regola d’arte e nel rispetto della legge”. Per quel che riguarda i lavori edili ci sono stati irregolarità e ritardi. Me ne scuso pubblicamente e sanerò quello che c’è da sanare“.

In un paese normale, diverso da quello degli ultimi vent’anni dove PDL e Lega hanno sempre coperto gli scandali in casa propria, un ministro si dimette e chiede scusa, a suo vantaggio e soprattutto a vantaggio delle istituzioni che rappresenta per dimostrare che non è assolutamente vero che “siamo tutti uguali”.

mader

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • clemente  On 23 giugno 2013 at 14:16

    tutto vero,però abbiamo dei maiali pluricondannati che continuano a governare,anzi vogliono fare il Presidente della Repubblica.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: