BEPPE GRILLO CONTRO DE VITO

grillo devitoBeppe Grillo sconfessa Marcello De Vito consigliere comunale a 5 stelle a Roma e candidato sindaco nelle recenti elezioni amministrative nella Capitale.

Nelle scorse ore, De Vito, ha lanciato un sondaggio nel quale chiede agli attivisti grillini se sono “d’accordo con il fornire uno o più curricula allo staff di Marino?”. Il sindaco di Roma (del centrosinistra) nella giornata di ieri aveva concretizzato il suo corteggiamento nei confronti dei 5 stelle proponendo di fatto di entrare in giunta facendo ricoprire ad una donna del Movimento (da scegliere sulla base del curriculum) l’incarico di assessore alla legalità e sicurezza urbana.

Le risposte possibili al sondaggio esplorativo lanciato da De Vito sono: “sì, ma senza stringere alcuna alleanza con il Sindaco e la sua coalizione e chiedendo contestualmente la realizzazione di alcuni punti del nostro programma (punti da definire sulla Rete) oppure “no”.

De Vito ha già annunciato che dopo la chiusura del sondaggio, alle ore 15, chiarirà la sua posizione in una conferenza stampa, in modo da replicare anche al post “minaccioso” di Grillo, che oltre a ribadire che il Movimento non fa alleanze con i partiti, ha rammentato che “l’unica base dati certificata coincidente con gli attivisti M5S e con potere deliberativo è quella nazionale che si è espressa durante le Parlamentarie e le Quirinarie e quindi il voto chiesto da De Vito on line non ha alcun valore”.

Per Grillo nessuna possibilità di accordo in Campidoglio fra il neo sindaco Ignazio Marino e i pentastellati, con porta chiusa in faccia alle offerte di Marino e sconfessione pubblica per l’ex candidato 5 stelle al Campidoglio De Vito.

In merito ad alcune iniziative dei consiglieri comunali di Roma – è pubblicato stamani sul blog di Grillo in un post- si ribadisce che il MoVimento 5 Stelle non fa alleanze, né palesi né tantomeno mascherate, con alcun partito, ma vota le proposte presenti nel suo programma”.

Sempre tramite il suo blog, Grillo, resta in selenzio sulla condanna di Berlusconi e assolve l’ex ministra delle pari opportunità: “chi nei partiti può giudicare la Idem”.

mader

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: