TERMOLI: PIU’ SCURA DEL BLU COSTRUZIONI

area Blu Costruzioni(l’area in questione)

Alla vigilia della fine del 2004, in quel periodo il sindaco di Termoli era Remo Di Giandomenico, la giunta comunale approva il progetto definitivo per la localizzazione dell’area del mercato in via Montecarlo.

L’area a ridosso della chiesa del Crocifisso è la stessa dove la Blu Costruzioni s.r.l. di Termoli sta costruendo una palazzina di ben 12 mila metri cubi.

L’esecutivo individua anche la somma necessaria alla realizzazione del progetto, 330 mila euro.

Quella delibera non è stata mai revocata” ha ribadito l’ex primo cittadino, Remo di Giandomenico, oggi consigliere di minoranza, nel corso di una conferenza stampa, tenuta dopo essere stato tirato in ballo dai titolari della società di costruzioni e dall’attuale sindaco Antonio Di Brino.

Abbiamo segnalato alla Procura della Corte dei Conti tale disparità di valutazione sul valore dello ‘scambio’ come eventuale danno erariale”. Il terreno ceduto al comune: “poco più di 750 mila euro, tanto è costato, e quindi anche in questo caso c’è una notevole discrepanza rispetto alla stima di 2 milioni e mezzo di euro”.

I fatti:

un’area destinata, nel piano regolatore, a verde pubblico e servizi viene trasformata in edificabile per 12 mila metri cubi (come 65 appartamenti da 70 metri quadrati). In cambio la Blu Costruzioni srl, società di Pardo Desiderio e Nicola Fedele (subentrata ai titolari della richiesta, le signore Guarini), cede al comune un terreno di 16.280 metri quadrati vicino a piazza del Papa in gran parte gravato da vincoli archeologici e con l’obbligo di realizzare sull’area del fabbricato, a scomputo dei costi di urbanizzazione, un parcheggio pubblico Parcheggio a servizio anche del fabbricato). Il commissario prefettizio, Pietro Soggiu, ex generale della Guardia di Finanza ed ex Commissario straordinario per il Coordinamento delle Politiche Antidroga, perfeziona il cosiddetto “accordo di programma”, con la prescrizione del passaggio in consiglio comunale.
nel frattempo viene eletto sindaco Vincenzo Greco che non da corso all’accordo, insieme al dirigente del settore urbanistica, ing. Luigi Berchicci.

La Blu Costruzioni srl ricorre al Tar e perde, sentenza n.161 del 9 marzo 2007.

La Blu Costruzioni insiste e nel novembre del 2007 ricorre al Consiglio di Stato e resta ferma. Al punto che il Consiglio di Stato nel novembre 2012, sollecita la Blu Costruzioni srl ad attivarsi nel termine di 180 giorni, pena l’estinzione della causa stessa.

Intanto Basso Michele Antonio Di Brino diventa sindaco di Termoli e non si accontenta del fatto che il Tar ha già dato ragione al comune, cosa che anche il Consiglio di Stato sicuramente confermerà il prossimo mese di novembre.

Con la scusa del maxi risarcimento da 13 milioni di euro richiesto dalla Blu Costruzioni srl, si copia il primo “accordo di programma” e lo si firma di nuovo. Lo si porta in consiglio comunale, nascondendo le carte e la maggioranza l’approva.

Conclusione:

Si fa passare per “accordo di programma” una vera e propria variante al piano regolatore. 12 mila metri cubi di cemento in più. Nessun vantaggio per il comune e per dirla con le parole dell’ex sindaco, Vincenzo Greco: “E, siccome l’affaruccio sarà di oltre dieci milioni (10.000.000) di euro, anche per questa ragione è una grande porcata”.

Oltre alla Procura della Corte dei Conti, è bene – nell’interesse di tutte le parti – che della questione se ne occupi anche un’altra Procura, quella della Repubblica.

Una domanda al sindaco Di Brino: Vuole spiegare ai cittadini termolesi per quale motivo nella vicenda Nidaco Costruzioni, quella del parcheggio multipiano sotto piazza S. Antonio, con una sentenza del Tar che da torto al comune (risarcimento fissato in 5 milioni di euro) ha ritenuto di dover ricorrere al Consiglio di Stato. Invece – nel caso della Blu Costruzioni – con una sentenza favorevole per il comune si è precipitato a chiudere la questione a favore della controparte?

mader

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: