CASA ” A SUA INSAPUTA” – SCAJOLA ASSOLTO

INCHIESTA G8: STRISCIONE PROTESTA SOTTO CASA SCAJOLA A ROMA

Ricordate l’appartamento al Colosseo che l’allora ministro degli Interni del governo Berlusconi, Claudio Scajola, disse di aver ricevuto “a sua insaputa”? Per il tribunale di Roma è tutto regolare.

Il fatto era diventata una barzelletta che lo aveva costretto a lasciare il Viminale nel maggio del 2010. Ora il giudice Eleonora Santolini, a distanza di tre anni, assolve Scajola perché “il fatto non costituisce reato” mentre per l’altro imputato, l’imprenditore Diego Anemone, personaggio principale della così detta «cricca» degli appalti per G8, ha deciso il proscioglimento per intervenuta prescrizione.

Per l’accusa Anemone avrebbe pagato, attraverso l’architetto Angelo Zampolini, parte della somma versata dall’ex ministro dell’Interno (1,1 su 1,7 milioni di euro) per l’acquisto dell’appartamento e avrebbe poi dato centomila euro per la ristrutturazione. Per i pm Ilaria Calò e Roberto Felici non è credibile che l’ex ministro non si “sia reso conto che qualcuno al suo posto versasse l’enorme somma di 1 milione e 100 mila euro”.

Scajola, riabilitato, è pronto a candidarsi alle europee.

Cerchi una casa a tua insaputa? Chiedi a Scajola!

mader

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: