L’ILLUMINAZIONE DELLA GRILLINA TAVERNA, FELICE COME UNA IENA

taverna-intervista-matteoderrico

La senatrice 5 stelle Paola Taverna intervistata da la Repubblica torna sull’espulsione dei quattro senatori dal Movimento:

Paola Taverna si ferma sull’uscio del gruppo grillino del Senato poco prima di pranzo. Il giorno prima si è battuta per arrivare all’espulsione dei quattro senatori dissidenti. Qualcuno sostiene di averla vista piangere. Lacrime di rabbia, dettate da un nervosismo incontenibile. Oggi, però, è raggiante. Quasi euforica: “Sa cosa le dico? Io mercoledì sera stavo malissimo, perché sono persone con cui ho lavorato. Ma penso che abbiamo fatto finalmente chiarezza. Sono felice… come una iena”. Sorride: “Mi dispiace tantissimo non essere capogruppo, in questo momento mi sarei divertita un sacco”.

Eppure sembrano giornate complicate, senatrice. Laceranti.
“Stanotte pensavo: dov’è l’inghippo. Poi mi sono illuminata: il Pd vuole entrare nel Pse. E Renzi, per entrarci, ha bisogno di cambiare maggioranza”.

Dice? E così starebbe lavorando per attrarre i dissidenti grillini?
“Esatto. Uscirà qualcuno del Pd. Poi verrà la volta di chi, fra noi, si è dimesso. Faranno un po’ di scena. Diranno: “oh, me misero, oh me tapino!”. Così ci getteranno fango mediatico, ci diranno che siamo dei fascisti. Quindi usciranno dichiarazioni come quelle di Mineo, che dirà: “poverini, poveri loro”. E faranno, insieme, un gruppo aggiuntivo per Renzi”.

Al momento il dato più probabile è che l’Aula respinga le dimissioni dei cinque senatori.
“Se respingono le dimissioni, come è ovvio che accada, loro sarebbero comunque già fuori dal gruppo”.

In teoria no, senatrice. Si sono dimessi dal Senato, non dal gruppo del M5S.
“Figurarsi se restano con noi… E comunque secondo lei noi stiamo con chi è uscito per solidarietà con quei quattro? Ma le pare… Mercoledì ho visto gente piangere, ho visto le lacrime, ho sentito dire che molti erano disperati per l’accaduto. Io però dico che abbiamo cinquanta anni. E dico che lapolitica è un’altra cosa”.

Quindi li caccerete voi, se non dovessero andarsene loro. Siete pronti a espellerne altri?
“Guardi, il problema non si pone: i giochi sono già fatti, non ce ne sarà bisogno”.

Dicono che altri sette sono pronti ad andare via. Sono numeri che le risultano?
“Siete fuori strada. Molti di meno, se mai qualcuno dovesse ancora andarsene”.

mader

di Tommaso Ciariaco per la Repubblica

 

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: