Attualità

M5S, FUORI ALTRI CINQUE

beppe-grillo-matteoderrico

Grillo caccia altri cinque senatori, quelli che avevano rassegnato le loro dimissioni da parlamentari dopo le ultime espulsioni, manifestando il loro disagio. La risposta di Beppe Grillo è però senza scampo e non offre spazi di mediazione: «I senatori dimissionari si sono pertanto isolati dal Movimento 5 Stelle e non possono continuare ad esserne rappresentanti ufficiali nelle istituzioni. Bencini, Bignami, Casaletto, Mussini e Romani sono fuori dal M5S».

Lorenzo Battista, uno degli ultimi espulsi, non è però stupito: «Cambiare il movimento dall’interno è impossibile. Solo Grillo lo sta facendo con le sue procedure». «Per Grillo la democrazia è una brutta bestia» continua il senatore. «Presto di gruppi con ex senatori potremo farne anche due», è la profezia di Battista, «e anche nei meet up territoriali non capiranno questa scelta».

Questa volta, Battista, i senatori sono fuori senza consultazioni, senza procedura d’espulsione?

«Mi pare sia così, ed è la conferma che avevo ragione io, che per Grillo la democrazia è una brutta bestia».

Ora però potete fare il gruppo autonomo.

«Di questo passo faremo due di gruppi da dieci».

Pensa che altri suoi ex colleghi di movimento saranno sconcertati e a disagio, e che potrebbero uscire?

«Sicuramente. Ma ditemi voi se potrebbe essere altrimenti qui nelle istituzioni ma anche fuori. Cosa dovrebbero pensare i meet up di appartenenza di questi colleghi, che non sono mai stati oggetto di critiche, come invece si era almeno, strumentalmente, imputato a noi quattro? Cosa penseranno gli attivisti che conoscono l’impegno di questi colleghi?».

Il senatore Maurizio Romani aveva anche espressamente detto di non voler lasciare il movimento ma di volerlo cambiare dall’interno.

«Mi pare che il movimento dall’interno lo stia cambiando Grillo con le sue procedure d’espulsione ad personam. A me sembra ormai utopistico pensare di poter cambiare il movimento che è di Grillo e di Casaleggio, soprattutto, e che ne dispongono come meglio credono».

Sono convinti di rafforzare il movimento, così. Di renderlo più puro.

«Faccio fatica a capire cosa vuole ottenere. Certo non era per questo che in tanti ci siamo impegnati per far nascere il movimento».

Si potevano evitare queste espulsioni?

«Le avrebbe potute evitare il capogruppo Santangelo. Avrebbe potuto chiamare i dimissionari, provare a chiarire, migliorare le relazioni. Evidentemente non ha voluto farlo, perché preferisce così, come dice Grillo».

 mader

Luca Sappino per  l’Espresso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...