BUEMI: “IN ARRIVO UN NUOVO ABUSO DEL M5S. SONO SEMPRE PIÙ SIMILI ALLE CAMICE NERE

enrico-buemi-matteoderrico“Siamo venuti a conoscenza che sarebbe in distribuzione un modello, sottoposto alla firma di ciascun candidato del M5S alle elezioni europee del 25 maggio prossimo, contenente l’impegno in bianco a dimettersi da deputato europeo in caso di inadempienza rispetto al codice di comportamento.

Se non bastasse sul modello sarebbe specificato che in caso di grave inadempienza l’eurodeputato è tenuto a versare l’importo di € 250.000 al Comitato Promotore Elezioni Europee MoVimento 5 Stelle.” A denunciare il fatto è il senatore Enrico Buemi, neo vice presidente del Gruppo parlamentare Autonomie-Psi.”Rappresenterebbe un precedente pericolosissimo, in palese violazione della Costituzione italiana.” “La giurisprudenza costituzionale sul punto è assolutamente tassativa”, prosegue il senatore socialista. “L’articolo 67, infatti, recita: “Ogni membro del parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”. La dottrina giuridica sostiene che è l’assenza di vincoli di condizionamento a consentire al parlamentare di rap¬presentare la Nazione, di identificarsi con il popolo.

Il divieto di mandato imperativo affonda le radici addirittura nella Costituzione del 13 settembre 1791 della Francia Rivoluzionaria, che all’articolo 7 della sezione III dichiarava: “I rappresentanti nominati nei dipartimenti non saranno rappresentanti di un dipartimento particolare, ma della Nazione intera, e non si potrà dar loro alcun mandato”.”Anche la normativa europea sul punto è chiarissima: “I membri del Parlamento europeo votano individualmente e personalmente. Non possono essere vincolati da istruzioni né ricevere mandato imperativo”… “i deputati sono liberi e indipendenti.

Qualsiasi accordo sulle dimissioni dal mandato prima della scadenza o al termine della legislatura è nullo” …”i deputati votano individualmente e personalmente. Essi non possono essere vincolati da istruzioni né ricevere mandato imperativo. Qualsiasi accordo sulle modalità di esercizio del mandato è nullo”. “Ai sensi della legge italiana – precisa Buemi – gli statuti dei partiti debbono essere redatti nel rispetto della Costituzione e dell’ordinamento dell’Unione europea. Per questo ho presentato una interrogazione a risposta urgente, fatta propria da un Gruppo per la trattazione immediata in Assemblea, perché il Governo si pronunci su un tale abuso perpetrato impunemente dal M5S a dispetto di qualsiasi legge vigente.

“Molti dei senatori ex M5S hanno sottoscritto la mia interrogazione a risposta urgente sul nuovo abuso del Movimento di Grillo che alle europee vorrebbe far sottoscrivere ai propri candidati l’impegno in bianco a dimettersi da deputato europeo in caso di inadempienza rispetto al codice di comportamento”, ha dichiarato il senatore Enrico Buemi del Psi. “E’ la dimostrazione che le regole di gestione delle candidature al Parlamento europeo del Movimento 5 Stelle sono palesemente antidemocratiche, incostituzionali e in contrasto con le norme della UE.

“L’interrogazione è stata sottoscritta, oltre che dai senatori del mio Gruppo, Fravezzi, Lanièce e Longo, dal senatore del Pd Tonini – ha concluso Buemi – eanche dagli ex grillini Gambaro, De Pin, Campanella, Battista, Casaletto, Bencini, Bocchino, Orellano e Mastrangelo.

mader

Partito Socialista Italiano

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: