GRILLO HA IL CARRO FUNEBRE IN SOCIETÀ CON CASALEGGIO

grillo-casaleggio-matteoderrico

 Va bene essere allarmisti e guardare storto le buone notizie ogni volta che se ne presenta una in tutù danzando tutta allegra sulle punte. Va benissimo vedere il bicchiere non mezzo vuoto ma vuoto del tutto, come gli abissi intergalattici. Questo è un pianeta libero, e va bene tutto, anche la depressione cronica, anche la ciucca triste. Ma Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio esagerano: a questo Duo Vale Duo non va mai bene niente, la minestra è sempre troppo calda, gli altri sono sempre tutti ladri, il tè ghiacciato è sempre troppo freddo, anche i fuorusciti del M5S sono sempre avidi di soldi pubblici.

Vittorio Feltri e Stefano Lorenzetto hanno pubblicato un libro intitolato Buoni e cattivi (Marsilio 2014). Duo Vale Duo potrebbe scrivere soltanto Cattivi e cattivi. Ha ragione Maria Novella Oppio, corsivista dell’Unità, quando scrive che Grillo «ha il carro funebre in società con Casaleggio». Sempre a parlare di «morti», di cadaveri putrefatti in marcia attraverso le istituzioni, di quanto sono vecchi e defunti e retrò i loro nemici, da Matteo Renzi a chiunque respiri dalla bocca e dal naso senza rendere grazie, per questo, a Beppe Grillo l’Onnipotente e Misericordioso, Creatore della Rete e del Blog, Osanna Osanna Osanna.

Grillo è un comico, e un tempo si guadagnava da vivere (e da vivere bene, «anche troppo» come dicono i grilliti parlando dei ricchi crapuloni, tranne due, niente nomi) mettendo gl’italiani di buonumore. Oggi Grillo è passato al nemico: i cattivi pensieri, il penitentiagite, il cupio dissolvi. È sempre d’umore impossibile e conosce due sole espressioni, come Bob De Niro nella parte del bounty killer in un vecchio film, Prima di mezzanotte: la rabbia e il disprezzo. Renzi è un piduista, Berlusconi è un piduista, idem Napolitano e anche lei, sì, lei che sta leggendo questo corsivo, anche lei è un piduista, ci scommetto. Siamo tutti marci fino al midollo. Non se ne salva uno fuori dal blog. Siamo pregiudicati, siamo morti, siamo recidivi. Tutti cadaveri tranne Duo. Grillo e Mago Belino (come Maurizio Crozza ha battezzato Casaleggio) se ne vanno in giro per l’Italia smadonnando e divertendosi come scimmie a scrivere «viva la sfiga» su tutti i muri.

mader

di Ishmael per Italia Oggi

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: