GRILLO MEDITA L’ADDIO?

beppe_grillo_matteoderricoLa sconfitta alle Europee, il cambio di strategia, la guida di Casaleggio e Di Maio. Il leader M5S sembra vicino al grande passo.

D’altra parte l’aveva detto lui stesso: “O vinciamo alle europee oppure mi ritiro”. Alle elezioni europee si sa com’è andata (il Movimento 5 Stelle doppiato dal Partito Democratico) e per la prima volta Beppe Grillo è sembrato un politico come tanti: uno che non mantiene le promesse che fa. A quanto pare, però, potrebbe essere solo questione di tempo. La prima voce che è circolata giungeva da un amico del leader del Movimento 5 Stelle ma che non appartiene alla galassia pentastellata, secondo il quale “Grillo si sta stufando del suo giochino”.

Ma non è solo questo, non è solo il fatto che dopo sette anni vissuti pericolosamente stia sopravvenendo un po’ di stanchezza generale. Sono più che altro le tante delusioni degli ultimi due mesi. La sconfitta alle elezioni europee è stata una botta molto dura, amplificata dalle polemiche sulla collocazione a destra del M5S in Europa (assieme all’Ukip inglese) e dalla decisione repentina di tentare, in Italia, un cambio di strategia improvviso. Di passare dalle barricate alle trattative.

Tanto più che questo cambio di strategia non è stato deciso da Beppe Grillo, che anzi sottolinea in continuazione come lui, “con questi qua”, non tratterebbe mai; ma da Gianroberto Casaleggio e da Luigi Di Maio (che sono ormai i capi de facto del M5S). Beppe Grillo è stato scavalcato: la linea politica intrapresa dal M5S non è la sua, e già questa sarebbe una notizia non da poco. A peggiorare la situazione ci si mette il fatto che questa nuova strategia non sembra funzionare più di tanto da un punto di vista elettorale (almeno stando ai sondaggi politici) e che sta sgonfiando rapidamente l’entusiasmo dei militanti a 5 Stelle duri e puri, quelli che fanno più rumore e che vorrebbero ancora i loro parlamentari pronti a fare le barricate ogni due per tre.

In tutto questo, Beppe Grillo è spaesato tanto quanto i suoi elettori, anche la sua discesa a Roma di questi giorni è sembrata poco convinta e senza un vero scopo. Il leader non sa che direzione sta prendendo il suo movimento, non sa che direzione andrebbe seguita per recuperare terreno. Perché l’unica cosa certa è che la sua rabbia, i suoi vaffa, non bastano più. È stato dimostrato abbondantemente dal risultato delle europee. La linea politica, però, è cambiata “contro” Grillo; Casaleggio e Di Maio hanno preso il timone della nave e il Movimento 5 Stelle sembra essere vicino a una fase di declino. Se a questo si aggiunge che Beppe Grillo sembra essere il più spaesato dei “dirigenti” del Movimento 5 Stelle, si giunge a una domanda più che legittima: Beppe Grillo lascerà il Movimento 5 Stelle?

mader

Andrea Signorelli per Polisblog

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: