Category Archives: Vigili assenteisti

GRILLO CONTRO I DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI


All’inizio di marzo del 2013, a giorni si sarebbero tenute le elezioni politiche e sul blog di Grillo compare un post con titolo: “Gli italiani non votano mai a caso”, dove il leader dei pentastellati se la prende con gli impiegati pubblici e i pensionati.


Beppe Grillo scrive: «Ogni mese lo Stato deve pagare 19 milioni di pensioni e 4 milioni di stipendi pubblici. Questo peso è insostenibile, è un dato di fatto, lo status quo è insostenibile, è possibile alimentarlo solo con nuove tasse e con nuovo debito pubblico, i cui interessi sono pagati anch’essi dalle tasse. È una macchina infernale che sta prosciugando le risorse del Paese. Va sostituita con un reddito di cittadinanza».

Quindi insegnanti, impiegati, forze dell’ordine, vigili di Roma compresi e tanti altri che lavorano nelle istituzioni e negli apparati dello Stato, secondo Grillo avrebbero dovuto perdere loro stipendio e i pensionati la pensione. In sostituzione avrebbero avuto un reddito di cittadinanza di circa 800 euro.

Per mantenere al promessa elettorale del reddito minimo di cittadinanza, Grillo avrebbe trovato i 50milioni di euro necessari dagli stipendi pubblici e dalle pensioni.

Ideona, non c’è che dire.

Oggi  Grillo dopo averci abituati, ma non assuefatti, ai suoi repentini cambi di umore si è messo a difendere i vigili “ammalati”, la notte di San Silvestro, di Roma.
mader
Annunci

#FORZAVIGILI, GRILLO VUOLE DISTRARRE I SUOI DAI VOLI DI STATO?


Si è fatto attendere 5 giorni Grillo prima di intervenire sulla vicenda dei vigili assenteisti a Roma nella giornata di Capodanno. Sul blog con l’hashtag #forzavigili si schiera al fianco degli assenteisti. E riporta la lettera di un vigile urbano che contesta i dati del comune e spiega le motivazioni della protesta nella notte di S. Silvestro. Fortuna che l’assenza dal lavoro non sembra aver provocato sconquassi nel traffico della capitale.

Ma Grillo evita di raccontare le vere motivazioni delle assenze dal lavoro, ovvero l’entrata in vigore del contratto decentrato per gli oltre 24mila dipendenti comunali che il Campidoglio ha deciso di applicare, con atto unilaterale, a partire dal primo gennaio 2015. Insieme alla massiccia turnazione di dirigenti e funzionari in ossequio alle norme anticorruzione. E c’è di più: addirittura ai poveri vigili hanno tagliato le indennità extra, soltanto perché sono state dichiarate illegali.

Gli ispettori del Tesoro hanno dichiarato illegittimi indennità extra corrisposte per anni: dai 4 euro in più al giorno per fare servizio esterno all’euro aggiuntivo per tenere pulita la divisa, fino ai 6 euro quotidiani per il turno di “seminotte” che però iniziava alle 15,48 e terminava alle 23. Un autentico aumento di stipendio mascherato. E chi se ne frega se i contratti nazionali la prevedono dalle 22 alle 6 del mattino. Noi qui famo come ce pare. E i tanti filmati su  Youtube testimoniano che è davvero così.

A quando gli hastag #forzamacchinisti e #forzaspazzini?
La verità è che Grillo è sceso a fianco dei vigili assenteisti solo per distrarre i suoi dalla brutta figura sul volo di Stato del Presidente del Consiglio dimenticandosi, però, degli autisti del trasporto pubblico locale e dei netturbini.

 
Emblematico il commento di Reload Rabbi su “Il Fatto Quotidiano”:  “ma che avete capito! il grillo è contro gli assenteisti, però mica contro tutti gli assenteisti. ci sono gli assenteisti che si assentano perché esenti e gli esenti che in quanto assenteisti potrebbero assentarsi assentandosi. basta che non si è assenti quando gli altri assenteisti si assentano esentandosi. state sempre a criticare grillo senza capire quello che dice. eddaie!”
mader