Il Fatto Quotidiano, mader, Marco Travaglio, Movimento 5 stelle

DI MAIO, DI BATTISTA, ROMANO, SIBILIA, CHE NE PENSATE DEI SOLDI DI PANTALONE PER LA FESTA DEL FATTO QUOTIDIANO?


A margine della festa del Fatto Quotidiano, in Versiliana a Pietrasanta Ligure il 6 settembre scorso, Fiorella Mannoia si esibisce in un concerto il cui incasso non riesce a coprire le spese sostenute.


La Fondazione, organizzatrice dell’evento chiede al sindaco, Domenico Lombardi, ai sensi della convenzione stipulata tra le parti, di corrispondere a favore della Fondazione medesima, La Versiliana, parte del mancato incasso per la festa del Fatto Quotidiano, che è evidentemente costata troppo rispetto ai ricavi sperati. Nonostante la presenza eccellente della cantante Fiorella Mannoia.

Il comune aveva già elargito ben 15.000 euro «come contributo alle spese tecniche» per la kermesse del giornale del grande inquisitore e moralista Marco Travaglio.

Sarebbe istruttivo sapere cosa pensano gli onorevoli parlamentari e tutti i seguaci del Movimento 5 Stelle sulla questione, perché mai i contribuenti di Pietrasanta Ligure devono farsi carico delle perdite della festa del Fatto Quotidiano?

In attesa di risposte dai rivoluzionari a 5 stelle condivido in pieno l’osservazione del Tirreno:
Al di là dell’importo, minimo, richiesto per coprire il disavanzo, sembra alquanto inusuale il ruolo del Comune chiamato a rispondere di un “rischio di impresa” legato all’esito di un concerto. Non fosse altro perché di quello stesso rischio deve farsi carico la comunità“.
mader
Annunci
Beppe Grillo, mader

FIORELLA MANNOIA SCARICA GRILLO: "DEVE ANDARSENE DAL MOVIMENTO 5 STELLE"


Fiorella Mannoia pianta Beppe Grillo. “La cosa migliore che possa fare in questo momento per il bene del Movimento 5 Stelle è andarsene. Deve fare come un buon padre: lasciare andare i suoi ragazzi”. La cantante, a margine della presentazione del doppio cd antologico ‘Fiorella’ con cui festeggia i suoi 60 anni e i 46 di carriera, sostiene che il leader del Movimento debba fare quindi un passo indietro.

L’artista, da qualche tempo vicina al M5S, sottolinea: “Io sostengo i ragazzi del movimento e il loro lavoro in Parlamento perché credo che siano dei validi ‘cani da guardia’ e l’unica reale opposizione in questo momento nel Paese”.

“Ma purtroppo il grande lavoro di credibilità e contro le etichette che loro stanno portando avanti viene sistematicamente demolito dalle uscite di Beppe Grillo. Loro costruiscono per mesi e lui in dieci minuti distrugge. Sembra uno di quei genitori che vanno a vedere le partite di calcio dei figli e cominciano ad urlare ed inveire a bordo campo.

Per questo mi auguro che faccia un passo indietro il prima possibile”.
mader