La Zanzara, Lega, Lega Nord, mader, Matteo Salvini, Radio24, Roberto Calderoli, Roberto Maroni

QUANDO I LEGHISTI GIUSTIFICAVANO I TERRORISTI


Oggi Matteo Salvini e la Lega Nord sono in prima fila a sciacallare sulla strage di Charlie Hebdo: “L’Islam è pericoloso: nel nome dell’Islam ci sono milioni di persone in giro per il mondo e anche sui pianerottoli di casa nostra pronti a sgozzare e a uccidere.”

E il governatore leghista della Lombardia Roberto Maroni ha persino chiesto di chiudere Schenghen (lui ha scritto Shenghen) per fermare l’orda terroristica.

Una bella figuraccia, visto che i due sospettati dell’attentato sono nati a Parigi.

Ma oggi che la Lega sta lì a sentenziare, in pochi ricordano chi ebbe il coraggio di giustificare un atto di terrorismo come quello di Breivik a Oslo: sì, proprio lui, l’onorevole Mario Borghezio.    Durante   la   trasmissione
La Zanzara di Radio24, nel luglio del 2011, a proposito dell’assassino terrorista norvegese: “E’ una vicenda esemplare che fa capire che le strade del buonismo portano all’inferno, quello vero”, afferma il leghista. Secondo Borghezio, questa tragedia “se l’è cercata una parte dei norvegesi, come i socialisti”, verso i quali il magnanimo europarlamentare ammette di dover esprimere “un minimo di umanità”. E continua: “L’ideologia della società aperta crea mostri. Il killer Breivik è il risultato di questa società aperta, multirazziale, direi orwelliana. Questo tipo di società è criminogeno. Certe situazioni di disagio e di insofferenza è inevitabile che sfocino in tragedia. Quando una popolazione si sente invasa, poi nascono dei fenomeni di reazione, anche se gli eccessi sono da condannare. Quando si diceva prima che la Norvegia e la Svezia accoglievano decine di migliaia di tunisini, bisognava tener conto dell’impatto che un afflusso di questo genere poteva generare. La società aperta e multirazziale non è quel paradiso terrestre che ci voglion far credere coloro che comandano l’informazione. La società aperta e multirazziale fa schifo”.


Borghezio, inoltre, ribadisce le dichiarazioni già ribattute nel pomeriggio dall’agenzia di stampa AgenParl: “”Il “no” alla società multirazziale, la critica dura alla viltà di un’Europa che pare rassegnata all’invasione islamica e financo la necessità di una risposta identitaria e cristiana di tipo templare al dilagare delle ideologie mondialiste, sono ormai patrimonio comune degli europei, fra cui il sottoscritto”. Ricordiamo che Brevik aveva messo all’indice tutti i partiti italiani nel suo “Manifesto”, tranne la Lega.

Dopo la fregnaccia di Borghezio, Calderoli dovette scusarsi con la Norvegia (e prima ancora cercare sull’Atlante dove fosse).
mader
Annunci
Beppe Grillo, Ferdinando Imposimato, Grillo, La Zanzara, mader, Movimento 5 stelle, Nigel Farage, Radio24

IMPOSIMATO: “FARAGE È UN PAZZO SCATENATO, M5S NE STIA LONTANO”



Il giudice emerito della Cassazione e possibile candidato dei 5 Stelle alla presidenza della Repubblica, ha detto di Farage a La Zanzara su Radio 24: “È il paladino del liberismo selvaggio – aggiunge – e dell’antieuropeismo. Va contro la nostra Costituzione e l’articolo 11, ma soprattutto contro il programma del Movimento basato su uguaglianza e solidarietà”.

“Non avevo mai sentito parlare di questo Farage, poi mi sono documentato e mi sono messo le mani nei capelli. È un pazzo scatenato, la quintessenza del razzismo e del nazionalismo. Il Movimento 5 Stelle deve stare lontano da questo signore”. Ferdinando Imposimato, giudice emerito della Cassazione e punto di riferimento dei 5 Stelle tanto da salire sul palco per il comizio finale del 23 maggio, lo ha detto a La Zanzara su Radio 24. Nel giorno i cui Dario Fo dalle pagine del Fatto Quotidiano  fa sapere di fidarsi dell’analisi di Grillo e Casaleggio ma sottolineando le differenze del M5S dall’Ukip, arriva un’altra riflessione critica sull’intenzione del leader di allearsi nell’Europarlamento con il partito britannico euroscettico.

“È il paladino del liberismo selvaggio – aggiunge – e dell’antieuropeismo. Va contro la nostra Costituzione e l’articolo 11, ma soprattutto contro il programma del Movimento basato su uguaglianza e solidarietà. Questo qui invece vuole tutto il contrario. Per l’amor di Dio. Condivido quello che ha detto Giulia Sarti, ha fatto un’analisi perfetta”. Ma Grillo ha confermato che hanno tutti punti in comune fanno notare i conduttori: “Grillo non si è documentato bene. Farage è una mezza calzetta, mica Churchill. E poi non sopporto l’Inghilterra, vogliono solo sabotare l’Europa. Grillo deve consultare la base, se facciamo un elenco delle cose negative di Farage stiamo qui fino a domani mattina, incredibile”.
mader
Antonio Razzi, La Zanzara, mader, Radio24

RAZZI: FITTO FATTI I C… TUOI. SILVIO E’ COME GESU’ CRISTO


“Fitto e’ un bravo ragazzo, lo ammiro, ma glielo dico da amico: si deve fare i cazzi suoi”. Ormai e’ il suo ‘marchio di fabbrica’ e Antonio Razzi ricorda all’inquieto eurodeputato del suo partito che “noi abbiamo un capo solo ed e’ Silvio Berlusconi. Non c’e’ trippa per gatti.


E’ il capo assoluto e non ce ne sono altri”. Il senatore di Forza Italia, da La Zanzara su Radio 24, non nasconde la sua ammirazione per l’ex premier: “Berlusconi – dice infatti – e’ il nostro leader, il nostro capo, e’ quello che ci dirigerà. E’ stato mandato dal Signore per guidarci, e – incalza – dobbiamo seguirlo come fosse Gesù Cristo”. “Lui ci guiderà alla strada giusta perché ci porta sempre al bene, mai al male. Qualsiasi cosa dice bisogna seguirla perché è un genio”, chiarisce ancora il senatore FI. E allora, “caro Raffaele, te lo dico da amico: segui Silvio e fatti li cazzi tuoi….

Quando uno come Berlusconi e’ stato mandato dal Signore giù in terra per guidarci c’e’ solo lui e lui dobbiamo ascoltare, non altri. Gli altri ci portano sulla brutta strada”.
mader
AGI
Attualità, Politica

ANTONIO RAZZI: ”IL SENATO? SAREBBE UNA CASA CHIUSA FENOMENALE”

«Sono un fan, un suo dipendente, un fanatico. Schiavo? Sì, anche schiavo. È lui il capo, è lui che mi paga e sono al suo guinzaglio». Parole del senatore di Forza Italia, Antonio Razzi, che a La Zanzara su Radio 24 aggiunge, a proposito del voto sulle riforme e della fronda dentro Forza Italia «a Scilipoti dico “fatti i cazzi tuoi e vota con Berlusconi”».

Continue reading “ANTONIO RAZZI: ”IL SENATO? SAREBBE UNA CASA CHIUSA FENOMENALE””

Attualità, Politica

ROBERTO FICO CONTRO GRILLO: “I PROCESSI LI FANNO I MAGISTRATI”

01-00245573000027Roberto Fico intervistato da Minoli, parla a radio 24 e su due ultime questioni poste da Beppe Grillo – processi via web a giornalisti e politici e pagamento del canone Rai – prende le distanze da leader dei pentastellati.

Continue reading “ROBERTO FICO CONTRO GRILLO: “I PROCESSI LI FANNO I MAGISTRATI””

Attualità, Politica

ANTONIO RAZZI: “BERLUSCONI ADESSO NON PUÒ FARE IL PAPA PERCHÉ CI STA PAPA FRANCESCO”

antonio-razzi-matteoderrico“Berlusconi sarebbe sicuramente bravo a fare il Papa. E’ uno molto pacato e potrebbe tranquillizzare tutta la società. E’ un grande e quando uno è grande ‘pote’ fà tutto”. Lo afferma il senatore di Forza Italia Antonio Razzi ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24. “Adesso” – puntualizza – “non può fare il Papa perché ci sta Papa Francesco, ci mancherebbe altro. Però siccome ha studiato nei Salesiani, e avrebbe ancora andato avanti a studiare sulla cosa, poteva fare tranquillamente anche il Papa. Ma però ha fatto alla grande il presidente del Consiglio”.

Continue reading “ANTONIO RAZZI: “BERLUSCONI ADESSO NON PUÒ FARE IL PAPA PERCHÉ CI STA PAPA FRANCESCO””

Attualità, Politica

IVA ZANICCHI: “BERLUSCONI MI HA TRATTATA PEGGIO DI DUDÙ”

10273785_249688325218407_6242948479746963641_nIva Zanicchi si è sfogata ai microfoni di Radio 24. La star della tv – ora eurodeputata di FI – si è lamentata del leader del suo partito: “Berlusconi tratta meglio Dudù di me. Visto che ama gli animali, magari mi avesse lasciata sola come un cane. Peggio”, ha confessato la Zanicchi.

Continue reading “IVA ZANICCHI: “BERLUSCONI MI HA TRATTATA PEGGIO DI DUDÙ””

Attualità, Politica

PICIERNO: “GRILLINI? SONO DEI POVERETTI, GATTOPARDI E CONSERVATORI COME BERLUSCONI”

pina-picierno-matteoderrico

“A parte insulti e sceneggiate, i grillini in Parlamento non hanno fatto nulla. Sono dei poveretti, sanno solo insultare come in questa campagna elettorale. Non sanno fare altro”.

Continue reading “PICIERNO: “GRILLINI? SONO DEI POVERETTI, GATTOPARDI E CONSERVATORI COME BERLUSCONI””

Attualità

MASSIMO CIANCIMINO: “ALLE EUROPEE VOTERÒ GRILLO”

massimo-ciancimino-matteoderricoMassimo Ciancimino si confessa ai microfoni de La Zanzara, il programma radiofonico condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo in onda ogni giorno su Radio24. Il figlio di Vito Ciancimino, tornato negli ultimi anni alla ribalta delle cronache relativamente al caso della trattativa tra Stato e Mafia ha dichiarato che alle europee voterà Grillo mentre Renzi gli ricorda la Dc.

Continue reading “MASSIMO CIANCIMINO: “ALLE EUROPEE VOTERÒ GRILLO””

Attualità

MICHELE GIARRUSSO RIVOLUZIONARIO

giarrusso-matteoderricoI seguaci di Grillo di rivoluzionario hanno solo il furore e l’oltranzismo. Perché per quanto riguarda i contenuti sono campioni indiscussi di conformismo. Neanche con l’immaginazione avremmo potuto tratteggiare la figura di polli d’allevamento così straordinariamente riusciti.

Continue reading “MICHELE GIARRUSSO RIVOLUZIONARIO”